Campionato Italiano Serie Master 2014

 

Quest’anno ho accettato con piacere Foto Gruppo Masterla possibilità di giocare per la squadra ( neo-promossa l’anno scorso dalla serie A1) “Augusta-Perusia” , fortemente sostenuta dal Presidente Ettore Bertolini. Dopo tanti anni di successi ed emozioni con la squadra”La Zisa” di Palermo , a causa di prolemi legati alla perdita di importanti sponsor, quest’ultima non ha preso parte al Campionato della massima serie.

Nella foto a lato i componenti del nostro Team in quel di Condino, da sinistra a destra:

FM Bentivegna F.,Paolo Marsili,GM Mariotti S.,GM Horvath J. , al centro il Presidente Ettore Bertolini ed in basso -M Paltrinieri N. , FM Napoli N.grifone scacchi

Il gruppo ha subito dimostrato un grande affiatamento, merito senza dubbio dell’ottima gestione in loco del Presidente ( nonostante non fosse in perfette condizioni di salute) e del sostegno di Paolo Marsili , (infaticabile nel suo operato e padre del talento umbro Riccardo, del vivaio del circolo perugino) che hanno permesso di poter affrontare la gara nelle migliori condizioni nonostante le numerose difficoltà di quest’anno.

Difficoltà inizialmente sorte dalla scelta logistica di Condino, ostica da raggiungere ed inadeguata probabilmente per un torneo di tale importanza. Sicuramente optare per una grande città italiana darebbe maggior rilievo alla manifestazione e diverse possibilità logistiche alle squadre partecipanti.

Dal punto di vista prettamente tecnico un torneo di altissimo livello ed i numeri parlano chiaro: 16 squadre, per un totale 139 giocatori, provenienti da 13 Paesi differenti, tra cui 23 Grandi Maestri,(tre over 2700 e due dei primi dieci al Mondo) 21 Maestri Internazionali e 36 Maestri Fide, ovvero 80 titolati FIDE ai nastri di partenza!

Vince il “Super Team” di Padova, Obiettivo Risarcimento, seguita dalla squadra di Chieti e da Nereto.

L’Augusta Perusia ottiene un ottimo sesto posto assoluto, a solo un punto squadra dalla quarta classificata ( Latina) e a due punti dalla terza .

Sicuramente un risultato ben oltre le aspettative se si pensa che partivamo dal N°13 di Classifica Mastertabellone ed il nostro obiettivo fosse in primis  evitare la retrocessione.

 

 

 

Un breve resoconto dei turni di gioco:

1°Turno : Pescati dalla forte squadra di Latina perdiamo il match soltanto di misura , con il risultato di 2,5-1,5 . Teniamo bene su tre scacchiere ma purtroppo il forte GM Gajewsky porta a casa un preciso finale in prima scacchiera ed è un risultato decisivo ai fini dell’incontro.

Da parte mia una buona patta contro il forte Maestro Fide Malloni, avversario sempre ostico da affrontare e con un ottima preparazione teorica. Ho il nero ma decido di giocare per vincere con un aggressiva Olandese. Il bianco sceglie un sistema solido ma che cela parecchie insidie posizionali. Gestiamo entrambi con precisione il mediogioco ed una volta raggiunta la posizione del diagramma decido di provare a vincere con 1…..-g5!?

Master 1

Tuttavia il bianco riuscirà a difendersi con estrema precisione e condurrà il gioco verso un finale sostenibile , che finirà per essere forzatamente patto. Sicuramente un risultato giusto in relazione alla qualità di gioco espressa.

2°Turno: Siamo opposti alla squadra di Palermo “Banca Nuova” ed il capitano decide per un mio riposo. Pareggiamo il match 2-2 e c’è un pò d’amarezza per la mancata vittoria di Napoli, che dopo una bella prestazione, finisce per regalare la vittoria al suo avversario, complice lo zeitnot.

 

3°Turno:
Ci ritroviamo costretti a vincere contro una squadra che lotta per non retrocedere: “Centurini” -Genova. L’esperienza insegna che queste sono a volte le partite più difficili e la tensione è alta. Sfoggiamo una grande prestazione e chiudiamo il match con un sonoro 3.5 a 0.5.  Da parte mia un ispirata vittoria in stile romantico con un interessante Gambetto Evans .

Vi rimando al prossimo numero di Giugno della rivista Torre e Cavallo-Scacco   per i commenti a questa interessante sfida!

Nella posizione finale il nero perde per il tempo dopo aver giocato 25…..-0-0.

Sarebbe seguita l’elegante: 26.Axg7!-Rxg7 27.f6+! e matto in due mosse!

MAster Evans

 

4°Turno:
La precedente vittoria ha sicuramente tirato su il morale alla squadra e ci ritroviamo ad affrontare la forte compagine di “Nereto”.  Ancora una volta sfoggiamo una grande prestazione e riusciamo a tenere su tutte  le scacchiere nonostante il divario di forza in termini di rating, finendo per pareggiando il match.

La mia partita con il “solito” campione italiano ( e da quest’anno anche europeo seniores) Fabio Bruno si avvia subito bene , gioco con grande vigore e precisione  ed in posizione già scomoda per il mio avversario, un suo errore si dimostrerà fatale. Costringo l’avversario a cedere la donna per torre (invece che cambiare le regine e guadagnare un pezzo “abbastanza pulito”). Il resto…. beh il resto è storia. Aspettando ingenuamente l’abbandono dell’avversario ho abbassato la concetrazione e nel resto della partita per più di un momento mi è mancata la necessaria lucidità per portare a casa una meritata vittoria. Più andava avanti la partita e più mi sembrava incredibile che il nero potesse avere qualche chance.   Qui sotto la posizione dopo la disperata ricattura 16….-dxe6. Il bianco ha tre ottime possibilità: 17.Dxd8 guadagnando un pezzo, 17.Dg4 !? o 17.Dc4! (la mossa giocata in partita) che obbliga la cessione della regina per evitare il peggio.

master bruno 2

 

 

5° Turno:   E’ il giorno del doppio turno e dopo la mia “infernale” partita (soprattutto dal punto di vista psicologico) dell’incontro precedente si opta per un mio riposo.

Opposti alla storica e forte formazione della “Triestina” riusciamo a prevalere solo di misura grazie alle vittorie di Napoli e Paltrinieri, quest’ultimo davvero “un rullo compressore” in quarta scacchiera.

E’ una vittoria importante , che ci permette di salvarci dalla retrocessione con largo anticipo.

6° Turno: Opposti allo squadrone di “Chieti” siamo davanti ad un incontro quasi proibitivo.  Siamo carichi e mi sono ritrovato più volte in situazioni anche “peggiori” , ma risultati a parte, siamo sempre usciti a testa alta in queste occasioni.

Il GM Mariotti sfodera una prestazione degna dei suoi tempi migliori , perde solo per una banale svista contro il suo quotato avversario ( GM Salgado Lopez over 2600).

Sono opposto al ben noto Maestro Interazionale Andrea Stella, tra i giocatori di punta dello scacchismo italiano, un grande teorico oltre che un fortissimo giocatore.

Ho il nero e so che la partita non si preannuncia affatto semplice: sceglie l’apertura Inglese e tento subito di deviare dalla sua preparazione con un sistema di gioco raro e strategicamente molto complesso.  La posizione è fin dalle prime mosse davvero difficile da decifrare e consumiamo parecchio tempo alla ricerca di precione .

Alla 15 sima mossa mi rendo conto che la posizione è al massimo pari, che Stella ha giocato fino a quel punto le mosse che ritenevo migliori, che abbiamo già perso sulla prima e seconda scacchiera e che Paltrinieri sta lottando in posizione inferiore contro il forte D’Amore. Offro patta e proviamo a salvare il salvabile visto che i punti individuali sono importanti al termine degli spareggi bucholtz. Finisce 3 a 1 per loro .

Sotto riportato la posizione di patta con il bianco che ha 8 minuti sull’orologio ed il nero circa 15. Rischiare sarebbe un terno al lotto per entrambi . La posizione appare dinamicamente equilibrata ed è difficile trovare un piano di gioco per entrambi gli schieramenti.

MAster Stella

 

7°Turno: Opposti alla formazione di “Bologna” , che lotta per non retrocedere e a cui potrebbe non bastare la vittoria  per salvarsi, chiudiamo il match sul 2 a 2.

La mia partita è la prima a finire. Il mio avversario mi sorprende con un offerta di patta alla decima mossa . Il Capitano consiglia di accettare dicendo che ci sta bene.

Otteniamo agevolmente una vittoria ed un altra patta  ma purtroppo , ironia della sorte , è l’ottimo Paltrinieri (fino a quel momento imbattuto!)a cadere , inchiodando il risultato sul pari.

Da parte mia una buona perfomance, ho chiuso il torneo imbattuto, con 3 punti su 5 e alla quarta posizione tra i risultati individuali di scacchiera. Risultato che può anche stare un tantino stretto viste le possibilità sciupate sulla scacchiera o per esigenze di squadra.

Con l’augurio che il prossimo anno possa essere migliore sotto ogni aspetto e regali sempre soddisfazioni a chi mette tutto se stesso nella riuscita di un progetto scacchistico le cui radici affondano nella crescita di un progetto umano.

 

 

                               Bentivegna solo scacchi 

                                  Francesco Bentivegna

 

 

2,834 total views, 2 views today

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>