L’Attacco Notturno!

 

 

L’importanza dello studio dei Classici è stato più volte sottolineato dai migliori Trainers scacchistici del globo.
Il Fide Senior Trainer e Grande Maestro Adrian Mikhalchishin  ha più volte messo in evidenza l’importanza dello studio dei classici per la corretta formazione e sviluppo di ogni giocatore .
Chi di voi ha mai sentito parlare di Hans Kmoch ? Autore di uno dei libri più originali ed innovativi della prima parte del secolo scorso.
“ I pedoni anima degli scacchi”. Un libro formidabile se si pensa all’epoca in cui è stato scritto. Per molti è un libro destinato a rimanere immortale. E potrei anche essere d’accordo.
L’approccio di Kmoch ai problemi della struttura pedonale è infatti originalissimo: parte da concetti già noti, ma spesso non realmente assimilati (anche da giocatori esperti )e li sviluppa fin nei minimi dettagli.
Ero poco più che terza nazionale quando per caso mi trovai a sfogliare questo libro ( preso in prestito dalla biblioteca del mio “maestro”). Nonostante l’età ( avrò avuto 14-15 anni) mi colpì l’incredibile ed innovativa terminologia usata dall’autore: possiamo immaginare che certi scacchisti senza fantasia, abituati da anni alla routine dei “pedoni doppiati”, isolati, arretrati e così via, ironizzeranno sugli “sbandati” , sui “gemelli fasulli”, i pedoni “spazzatori”, le “triadi di prigionieri” o gli “ATTACCHI NOTTURNI”.
Eppure il tutto è fatto con l’intenzione di non permettere agli automatismi mentali di prendere il sopravvento e di poter così agire anche sulla coscienza emotiva del lettore. Quest’ultima risulta stimolata ad ogni passo ( leggi diagramma) ed è immediatamente impressa ed interiorizzata grazie anche alle nuove terminologie ideate dall’autore oltre che ovviamente dagli ottimi esempi scelti.
Con questo l’autore ha raggiunto il suo scopo: scolpire per sempre l’idea nella mente del lettore…..
Potremmo così domandargli:
-“Mr. Kmoch ci spieghi in breve il significato di “attacco notturno” .
-“ Beh non è altro che un sacrificio di pedone che cerca di cogliere di sorpresa l’avversario. Quando i suoi pezzi , oserei dire, non si sono ancora “svegliati”. Un esempio tratto dal torneo di Trentschin-Tepliz del 1928 chiarirà adesso tutto”.
-“Un esempio di chi?!?!? In che torneo ?!?!?!? Del 1928 ?!?!?!!?”
-“ Una miniatura del grande Spielmann contro Mr.Walter .
I più “colti” conosceranno questi nomi. Soprattutto il primo visto che è considerato “l’Artista dell’Attacco” nella prima parte del 900.
Beh andiamo a vedere di cosa si tratta: ( I commenti di Kmoch sono fra parentesi)

 

Francesco Bentivegna

5,625 total views, 1 views today

One Response to L’Attacco Notturno!

  1. Hi! I stumbled your page web page on Facebook. I am making this comment
    to find out which theme you are using on this blog, I would like to
    use the theme that you’re using so I can put it on
    my site (soundcloud downloader).

    Thank you.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>